Il Servizio

Il progetto 

“L’orto di Nonno Bruno”

Il progetto “L’orto di Nonno Bruno” nasce inizialmente dalla disponibilità e dal desiderio di un nonno di partecipare alla vita dei nipoti al nido e successivamente prosegue per volontà delle educatrici di valorizzare le risorse umane del territorio e offrire contesti di interazione in cui i piccoli diventassero protagonisti attivi del processo di esplorazione e crescita.

Il progetto si divide in due fasi:

  • la semina al nido e la cura della piantina
  • la nascita e la formazione della pianta

Nella prima fase Nonno Bruno, nel mese di Maggio, racconta ai bambini come nascono e crescono i fiori e gli ortaggi. Attraverso la presentazione teorica del percorso di nascita dal seme al germoglio – supportata da illustrazioni – i bambini prendono familiarità con il ciclo della vita della pianta.

Nella fase successiva segue una seconda visita al nido, durante la quale nonno Bruno insegna ai bambini a coltivare direttamente la loro pianta, preparando a tal scopo tutto l’occorrente in giardino: la grande vasca con il terriccio e sul tavolo intorno i vasetti, le palette e i piattini con i semi. Prima di seminare si preparano dei cartellini per ricordare, attraverso un’immagine, cosa si è seminato.

Ai bambini viene affidato il compito di prendersi cura della propria pianta, che durante le uscite quotidiane nel giardino dovranno innaffiare ed osservarne il processo di germinazione e poi di sviluppo.

Coltivare, oltre ad essere una esperienza divertente, avvicina i bambini alla conoscenza dell’ambiente e della natura, alla scoperta dei ritmi delle stagioni, della ciclicità della natura e delle caratteristiche dei suoi prodotti, creando nel bambino la comprensione del legame che unisce i prodotti dell’agricoltura ai cibi consumati ogni giorno.